Pubblicità

COS'È L'IMPOSTA SULLA PUBBLICITÀ.
 
L'imposta sulla pubblicità è stata istituita con Decreto Legislativo n. 507 del 15 novembre 1993.
Il servizio di accertamento, liquidazione e riscossione dell' IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' E DIRITTI SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI è affidato in concessione alla Società: Tre Esse Italia S.r.l.
 
Riferimenti e contatti aziendali:
Sede Locale

  • La sede locale si trova in Via Miglioli G. n. 5/b –  42019 Scandiano (RE)
  • Numero Telefonico dell'ufficio locale: 0522/570431
  • Numero di fax dell'ufficio locale: 0522/1713918
  • Indirizzo di posta elettronica: viano@treesseitalia.it

 
ORARIO DI APERTURA
Lunedì 8.30-12.30
Martedì 8.30-12.30
Mercoledì 8.30-12.30
Giovedì 8.30-12.30
Venerdì 8.30-12.30
 
Sede Legale

  • La Sede Legale si trova in Via Condotto Vecchio n. 50 – 03019- Supino (FR);
  • Numero Telefonico dell'ufficio della sede legale: 0775/32951;
  • Numero di fax dell'ufficio della sede legale: 0775/3295238;
  • Indirizzo di posta elettronica: protocollo@treesseitalia.it;
  • Indirizzo di posta elettronica certificata: treesseitalia@postecert.it
  • Ufficio Pubblicità: 0775/3295228
  • Web: www.treesseitalia.it

 
Soggetto passivo:
E' tenuto al pagamento dell'imposta in via principale colui che dispone a qualsiasi titolo del mezzo attraverso il quale il messaggio pubblicitario viene diffuso. E' solidalmente obbligato al pagamento chi produce o vende la merce o fornisce servizi oggetto della pubblicità.
 
Presupposto oggettivo:
La diffusione di messaggi pubblicitari effettuata attraverso forme di comunicazione visive o acustiche, diverse da quelle assoggettate al diritto di pubbliche affissioni, in luoghi aperti al pubblico o che sia da tali luoghi percepibile.
 
Presentazione della dichiarazione:
Prima di iniziare la pubblicità l'interessato è tenuto a presentare al concessionario, apposita dichiarazione, anche cumulativa, esclusivamente su modello messo a disposizione dal concessionario.
Sarà cura del concessionario di cui al precedente art.2 prendere le iniziative necessarie affinché sia sempre assicurata la disponibilità modelli.
La dichiarazione deve essere presentata anche nei casi di variazione della pubblicità, che comportino la modificazione della superficie esposta o del tipo di pubblicità effettuata, con conseguente nuova imposizione; è fatto obbligo al concessionario di procedere al conguaglio fra l'importo dovuto in seguito alla nuova dichiarazione e quello pagato per lo stesso periodo.
La dichiarazione della pubblicità annuale ha effetto anche per gli anni successivi, purchè non si verifichino modificazioni degli elementi dichiarati cui consegua un diverso ammontare dell'imposta dovuta; tale pubblicità si intende prorogata con il pagamento della relativa imposta effettuato entro il 31 gennaio dell'anno di riferimento, sempre che non venga presentata denuncia di cessione entro il medesimo termine.
 

 

Allegati