VIANO, Teatro della Natura

VIANO, Teatro della Natura
Tra Amministrazione ed Associazioni un patto di collaborazione
 
Il nuovo brand “VIANO, Teatro della Natura” coniato dall’amministrazione comunale di Viano è riuscito a realizzare ciò che non è mai avvenuto prima d’ora: una condivisione di intenti tra CAI (Club Alpino Italiano), FMI (Federazione Motociclistica Italiana), CER (Coordinamento Escursionisti su Ruote) ed un’Amministrazione Comunale (Viano) per la valorizzazione, fruizione e manutenzione della sentieristica nel rispetto delle regole e del buon senso.
Vi chiederete ma… in che modo? Il brand, creato con l’obiettivo di raccogliere una serie di iniziative per la promozione turistica del territorio locale prevede anche la realizzazione di una Carta Turistico-Escursionistica (in uscita a marzo) con la messa in risalto di specifici percorsi escursionistici, rivolti a diversi fruitori: amanti del trekking, della mountain bike, e dell’escursionismo a cavallo. All’identificazione dei vari tracciati hanno collaborato con l’Amministrazione comunale il CAI di Reggio Emilia, con il quale è stata sottoscritta una apposita convenzione,  il Bike Fun Club, istruttori di Nordic Walking e accompagnatori per uscite a cavallo. Ciò ha creato allarmismo tra gli appassionati locali di enduro convinti che tale operazione potesse portare ad una sorta di blindatura globale del territorio nei loro confronti, considerando anche i recenti dissidi in ambito regionale a riguardo della legge sulla Rete Escursionistica, nota come REER; hanno perciò chiesto, per voce dei propri rappresentanti ufficiali Comastri e Giaroli, un incontro sul tema al sindaco Bedeschi e all’assessore all’ambiente e tempo libero Borghi. Gli Amministratori hanno loro illustrato il progetto “VIANO, Teatro della Natura”, evidenziando l’obiettivo principale: promuovere e permettere la fruizione del territorio a più persone possibili, sempre in un’ottica di salvaguardia e conservazione del territorio stesso. Gli è stato chiesto di riconoscere come off-limits l’anello del Benale, riconosciuto anche dal CAI come area di particolare interesse botanico e geomorfologico e come tale oggetto di un futuro progetto di valorizzazione mirata. Gli enduristi ne hanno preso atto e hanno fatto propria la cosa rendendosi altresì disponibili a fruire gli altri percorsi in tempi e modi tali da non arrecare danno al fondo. Cioè, dopo giorni di pioggia o in presenza di neve non si gira, questo valido in tutte le stagioni dell’anno. Di più, si adopereranno per diffondere tali principi anche tra i fruitori provenienti da fuori i confini comunali e provvedere al ripristino di eventuali danni. L’Amministrazione si impegna a promuovere, anche tra gli altri comuni che si affacciano sulla valle del Tresinaro, un’iniziativa volta alla identificazione di un’area “salva sentieri” dove gli enduristi potranno, anche nei periodi meteorologicamente non idonei, dar sfogo, senza restrizioni, alla loro passione sportiva. Su queste basi anche il CAI reggiano, impegnato nella manutenzione ordinaria dei tracciati da loro riconosciuti, rappresentato dal presidente Bizzarri, ha confermato la massima collaborazione all’Amministrazione a mantenere in efficienza i percorsi specifici per escursioni a piedi ed identificati nel progetto “VIANO, Teatro della Natura” con il simbolo CAI. Il presidente Bizzarri, preso atto della posizione e della convenzione stipulata, conferma che verranno segnalati sia all’Amministrazione Comunale che alle altre associazioni intervenute nel progetto, abusi e danni al territorio che venissero individuati sui predetti sentieri CAI. Il Club Alpino, in un’ottica di corretta adesione, partecipazione e rispetto dei patti siglati con il progetto, si impegna a condividere con le altre associazioni un comportamento di reciproco rispetto nell’ipotesi di incrocio sui sentieri.
Ruolo non secondario all’interno del progetto dovranno avere gli agricoltori che, allo scopo, a breve saranno convocati dall’Amministrazione Comunale; sarà chiesta anche la loro collaborazione attuando il Regolamento di Polizia Rurale. Il coinvolgimento degli agricoltori come parte attiva gli permetterà di riconoscersi come “Architetti del Paesaggio”.
Questo comunicato è promosso dall’Amministrazione comunale di Viano e condiviso dal CAI, dalla FMI e dal CER, convinti che si sia ottenuto un risultato che possa servire da traccia anche per altre Amministrazioni. 

          
Santuario Mariano di San Siro – San Giovanni di Q.la                                                       Sentiero per raggiungere il Santuario di San Siro San Giovanni di Q.la